Segrate (MI) | Cisterna perde materiale tossico: 25 persone sotto osservazione

al terminal ferroviario merci di Segrate () con 25 persone ora sottoposte a osservazione a causa di una perdita di materiale tossico da una cisterna in transito. Il materiale coinvolto è l'Octanoyl Chloride, una sostanza tossica anche a basse concentrazioni. La perdita è stata scoperta dai dipendenti della stazione, che hanno immediatamente chiamato i vigili del fuoco. Gli operatori del terminal sono al momento al centro dell'attenzione, con un totale di 26 persone valutate dai soccorritori. Di queste, 25 sono stati trasportati in ospedale per monitoraggio a causa dell'esposizione alla sostanza, come consigliato dal Centro Antiveleni. In ospedale sono giunti sia coloro che presentavano sintomi come irritazione agli occhi, mal di gola e lievi difficoltà respiratorie, classificati con codice verde e giallo, sia pazienti asintomatici al momento dell'esame.

Advertisements

Dai primi accertamenti dei pompieri emerge la possibilità che la perdita sia stata causata da un imperfetto serraggio dei bulloni del cosiddetto “passo d'uomo”, il quale potrebbe aver provocato le oscillazioni della cisterna e quindi la fuoriuscita della sostanza.

Al di là dei quattro operai che sono sotto osservazione a seguito di un breve contatto con la sostanza, non si segnalano altre persone con conseguenze. L'Octanoyl Chloride è un cloruro acilico composto da otto atomi di carbonio e presenta una struttura a catena lineare. Viene utilizzato come reagente ad alta densità nella sintesi organica ed è classificato tra le sostanze più pericolose. Trova impiego nell'industria per la produzione di acido perfluorooctanoico (PFOA), utilizzato in padelle antiaderenti, pesticidi, teflon, nonché nella produzione di cristalli liquidi intermedi e gomma.

Ads